J. G. Albrechtsberger – “Entre ciel et terre”: Concerti, Divertimenti, Adagi e Fughe – Quatuor Mosaïque, Ensemble Baroque de Limonges, C Coin (dir.)

Laborie, 65’40”, 2009/2011

Scelto da Eptachordon

La copertina che ricorda quelle dei vinili di rock sinfonico dei primi anni settanta è già di per sé insolita. Ma ancor più singolare è lo strumento che compone la metafisica “starway to heaven” in primo piano: si tratta niente di meno che di uno scacciapensieri, idiofono popolare che in un disco di musica classica Continua a leggere

W. A. Mozart – Die Zauberflöte – Soli, Akademie für Alte Musik Berlin, R. Jacobs (dir.)

Harmonia Mundi HMC902068.70, 3 CD, 167′,13″, 2009/2010.

Voto 4

Consegnate alla storia della discografia mozartiana la trilogia su libretto di Da Ponte, La Clemenza di Tito e l’Idomeneo, è arrivato il turno del Flauto Magico. René Jacobs continua l’esplorazione della galassia melodrammatica del gran salisburghese con un’esecuzione in cui – come è accaduto nelle precedenti incisioni –  il totale finisce per Continua a leggere

L’amore, al tramonto. Finzioni e sentimenti nel ‘Così fan tutte’ di W. A. Mozart

«I casi senza dubbio più notevoli e interessanti sono quelli in cui l’attrazione, l’affinità, l’abbandono e l’unione si possono realmente rappresentare come una specie di incrocio; quelle in cui quattro sostanze, fino a un certo momento legate due a due, vengono messe a contatto, abbandonano il loro legame precedente e si congiungono nuovamente».
W. Goethe – Le Affinità Elettive

Per il conte Johann Karl von Zinzendorf, presidente della Corte dei Conti della Hofburg di Vienna, quella del 26 gennaio 1790 era stata una serata piacevole. Continua a leggere