G. du Bus/G. de Pestain/P. de Vitry – Le Roman de Fauvel – D. Riondino, laReverdie – Roma, 05/05/14

Le Roman de Fauvel - D. Riondino, La Reverdie
© Antonio Mattei per Accademia Filarmonica Romana

Scelto da Eptachordon

Un po’ stanco per la cavalcata in groppa all’esecrabile ed eptacentenario somaro di Gervais du Bus, nelle poche parole tra la fine degli applausi e l’inizio del bis, David Riondino ha conservato la presenza di spirito per centrare il punto:

Continua a leggere

P. de Cambrai, G. de Saint-Quentin – Ossuaires – Graindelavoix, B.Schmelzer (dir.)

Cambrai, Saint Quentin - Ossuaries - GraindelavoixGossa GCD P32107, 64’17”, 2010/2012

Scelto da Eptachordon

Non è necessario essere dei paleografi musicali per rendersi conto, guardando la riproduzione del responsorio Tante signa glorie nel libretto del cd, delle elaborazioni cui Björn Schmelzer lo ha sottoposto per trasformarlo nella

Continua a leggere

Anonimo, J. Martini, J. Obrecht, H. Isaac, C. De Vigri, D. Sherwin – I Dodici Giardini – laReverdie, Adiastema

AAVV - I Dodici Giardini - laReverdie, Adiastema coverArcana, A 367, 70’34”, 2010/2013

Scelto da Eptachordon

La natura è un tempio in cui viventi colonne/lasciano talvolta sfuggire confuse parole;/l’uomo vi passa, attraverso foreste di simboli/che lo osservano con sguardi familiari. La potente quartina di Baudelaire, con le sue screziature simboliste, suona oggi arcana ed enigmatica quanto sarebbe parsa familiare

Continua a leggere

M. Cuticchio, La Reverdie – Carlo Magno, Musiche per una Leggenda – Roma, 08/11/12

voto 5

Sarà anche vero che i tempi delle sere in casa davanti al fuoco e delle chiacchiere in balcone sono tramontati per sempre, che il romanzo langue nella sua pluridecennale e forse irreversibile agonia, che la televisione è schiava di commerciali coazioni a ripetere e che il cinema per cercare soggetti interessanti non può fare altro che affidarsi ai remake; al di là di tutto ciò che può cambiare nel

Continua a leggere

J. Ciconia – Opera Omnia – La Morra, Diabolus in Musica

Ricercar RIC 316, 2CD, 151’15”, 2010/2011

voto 5

L’eccentrico poeta Urbas, frutto della duplice fantasia di Jorge Luis Borges e Adolfo Bioy Casares, si aggiudicò la gara poetica sul tema della rosa bandita dalla casa editrice Intempestiva posando sul tavolo della giuria un fiore con tanto di petali, stelo e spine. Allo stesso modo per parlare di questo cofanetto si potrebbe

Continua a leggere

AA. VV. – Missa Vocalis – Calmus Ensemble – Roma 5/6/11

Scelto da Eptachordon

Mezzo millennio fa l’avrebbero chiamata “messa guazzabuglio”. Un’intera liturgia costruita come un collage a partire da brani di autori diversi, con l’ordinarium tratto da alcune delle più celebri messe dall’autunno

Continua a leggere

G. de Machaut, Ph. De Vitry, P de Bruges, G. d’Orleans, B. De Cluny, F. Andrieu, Anonimo – Messe de Notre Dame, Mottetti e Ballate – Ensemble Musica Nova, L. Kandel (dir.)

Aeon AECD 1093, 66’54”, 2010/2011

voto 5

Nella sua Estetica della Musica Carl Dahlhaus individua tre condizioni per una «interpretazione degna di questo nome»: l’aderenza al testo, la coerenza e la capacità di svincolarsi da una pura esecuzione letterale. Criteri più

Continua a leggere

AA. VV. – O Tu Cara Sciença Mie Musica – Tetraktys

Olive Music OM 007, 73’11”, 2005/2006

Scelto da Eptachordon

Se in musica “interpretare” significa dare un senso ad ogni nota che si suona, questo dell’ensemble Tetraktys deve essere considerato un disco esemplare. Progetti discografici sul Codice Squarcialupi ne esistono – il manoscritto è un testimone raro e imprescindibile del repertorio tardo medievale di area toscana – ma

Continua a leggere

AA. VV. – Carmina Burana – laReverdie

Arcana A 353, 69’23”, 2008/2009

Scelto da Eptachordon

Se infilando questo CD nel lettore ci si aspetta di ascoltare le voci avvinazzate di chierici indiavolati e monaci sibariti, si rischia di restare delusi. La sortita del gruppo laReverdie nel mondo del celebre manoscritto del Benediktbeuern parte da altri presupposti:

Continua a leggere

AA. VV. – Corps Femenin – Ferrara Ensemble, C. Young (dir.)

Arcana A355, 67’46”,  2000>2009/2010

È quasi naturale per noi immaginare che a un raffinato prototipo del mecenate rinascimentale quale fu Jean Valois Duc de Berry (1340-1416) avrebbe fatto piacere sapere che a distanza di sei secoli di lui si sarebbe ricordata più l’eleganza edonistica e la inesauribile bulimia collezionistica che la perizia diplomatica e la capacità politica. Più difficile è

Continua a leggere