J. G. Albrechtsberger – “Entre ciel et terre”: Concerti, Divertimenti, Adagi e Fughe – Quatuor Mosaïque, Ensemble Baroque de Limonges, C Coin (dir.)

Laborie, 65’40”, 2009/2011

Scelto da Eptachordon

La copertina che ricorda quelle dei vinili di rock sinfonico dei primi anni settanta è già di per sé insolita. Ma ancor più singolare è lo strumento che compone la metafisica “starway to heaven” in primo piano: si tratta niente di meno che di uno scacciapensieri, idiofono popolare che in un disco di musica classica

Continua a leggere

A. Striggio, T. Tallis – Messa “Ecco il Beato Giorno”, “Ecce Beatam Lucem”, “Spem in Alium” – I Fagiolini, R. Hollingworth (dir.)

Decca 47827344, CD+DVD, 68’53″+57’55”, 2010/2011

voto3

La convinzione che la complessità del mondo scaturisca dalla combinazione infinita di leggi semplici è una delle costanti più tenaci del pensiero occidentale. Nel corso del Rinascimento, com’è noto, si riteneva che alla base di queste regole ci fossero principi di simmetria e armonia costruiti su semplici

Continua a leggere

R. Favaro – Spazio Sonoro – Marsilio

ISBN  9788831707770, pp. 303, 2010

voto3

«Caveremo adunque tutte le Regole del Finimento da’ Musici, a chi sono perfettissimamente noti questi tali Numeri». Le indicazioni di Leon Battista Alberti sulle corrispondenze tra architettura e musica costituiscono uno dei momenti più alti e intensi di un rapporto che si è sviluppato carsico dall’età classica -«Musicam autem Architectus sciat oportet» raccomandava

Continua a leggere

AA. VV. – Fra’ Diavolo. La Musica nelle Strade del Regno di Napoli – P. De Vittorio, M. Beasley, L’Accordone, G. Morini (dir.)

Arcana A359, 77’35”, 2009/2010.

voto3

Il titolo del disco, con il suo riferimento al brigante sanfedista Michele Angelo Pezza, al secolo Fra’ Diavolo, tende a storicizzarne impropriamente il contenuto. In realtà il repertorio è al contempo più antico e più moderno delle traversie che il regno dei Borboni di Napoli conobbe

Continua a leggere