J. S. Bach – Variazioni Goldberg – S. Strauf, C. Harders

coverRaumklang RK 2807, 71’31”, 2008

Voto 2

Una battaglia nell’eterna guerra tra spirito e materia; parafrasando Nikolaus Forkel si potrebbe definire così ogni nuova trascrizione di un’opera di Johann Sebastian Bach. Una sfida tecnica, combattuta nel tentativo di trovare una nuova cifra idiomatica al proteiforme linguaggio bachiano, ma anche una prova estetica, che può modificare a volte fino alla sovversione l’immagine consolidata di un brano. E qui scende in campo anche l’ascoltatore, che sulla nuova interpretazione proietta le sue consuetudini e le sue attese, nella speranza – o, chissà, nel timore – di esporsi all’agguato di un’epifania. Una trascrizione delle Variazioni Goldberg per due viole da gamba sembra fatta apposta per suscitare aspettative: il timbro poroso e duttile dello strumento è l’ideale per la trasparenza del contrappunto e per conferire un raffinato pathos alle linee melodiche; ma la tessitura grave e la comunque limitata capacità di condotta polifonica autorizzano perplessità sull’esito complessivo delle variazioni in stile più osservato. A queste domande i gambisti Silke Strauf e Claas Harders danno risposte controverse: poco convincenti le variazioni a quattro voci (la fughetta n. 10, la ouverture n. 16 e la n. 22 “alla breve”), il cui profilo quasi si disgrega sotto le esigenze della resa idiomatica, e la maggior parte dei canoni, affrontati con stacco di tempi comodi (fa eccezione quello alla nona, perfetto nelle sue due voci). Ma anche nell’aria e in alcune delle variazioni più felici (la n. 13 e la n. 25 tra queste), durante l’ascolto ci si sorprende a domandarsi che effetto avrebbero suscitato se rese da un fraseggio più calibrato e da un gesto più fluido. Insomma questa volta la battaglia termina con esiti incerti; una viola da gamba in più nell’ensemble avrebbe permesso alla musica un’agevole vittoria. Ma forse a Bach le conquiste difficili si addicono più dei facili successi.

About these ads

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...